Home » Notizie » L'I Ching e il nuovo anno

L'I Ching e il nuovo anno

L'I Ching e il nuovo anno - Comunicazione in Farmacia

Anno nuovo: tempo di previsioni. Già, ma cosa chiedere?

Credo che il desiderio di sapere cosa ci porterà il nuovo anno sia normale: fa parte di quell’entusiasmo che caratterizza il momento. Si leggono gli oroscopi, si fanno riti propiziatori. Anche l’I Ching viene interpellato.

Nessun oroscopo, nessun oracolo, può dirci con esattezza cosa accadrà, ma possono darci diverse forme di supporto. Cosa chiedere, quindi, all’I Ching?

Sconsiglio domande che prevedano una risposta del tipo sì o no, sia perché lo dicono tutti i testi sull’I Ching, ma soprattutto perché sono le più difficili da interpretare: il Libro dei mutamenti offre sempre consigli, suggerimenti, non risposte nette che potete ottenere in altro modo.

Raccomando concentrazione, meditazione, silenzio: la risposta può illuminarvi o condizionarvi, merita che siate in uno stato d’animo di introspezione profonda. 

Poi formulate la domanda. Quale?

Se non avete progetti particolari su cui chiedere consiglio, suggerisco una domanda molto aperta, tipo Cosa devo sapere per l’anno nuovo? O più specifica Cosa devo sapere per l’anno nuovo in merito a … amore, lavoro, denaro …

Se avete un progetto, o un desiderio preciso, potete chiedere Come realizzare nel 2018 il mio progetto?

Oppure è sempre utile chiedere è opportuno perseguire questo progetto nel 2018.

Ponete sempre domande la cui risposta vi permetta di trovare indicazioni. L’I Ching è molto più una guida, un coach, o un oracolo nel senso antico del termine, non un despota.

Se volete porre domande sull’amore, chiedete Come trovare l’amore nel 2018, o che tipo di relazione potete avere con quella precisa persona nel nuovo anno. Non chiedete se il 2018 è l’anno del vostro matrimonio, ma se è opportuno pensare al matrimonio per l 2018.

In pratica, date spazio a voi stessi e chiedete aiuto, ma non chiedete a nessuno, neanche all’oracolo, di decidere di voi e della vostra vita. Siate proattivi, non attendisti passivi.

Felice Anno Nuovo