Home » Mettiti alla prova » Richieste confuse

Richieste confuse

Richieste confuse - Comunicazione in Farmacia

Dialogare per capire

Buon giorno, dottoressa. Mi serve qualcosa per rilassarmi, per dormire. È una settimana che ho un dolore alla spalla che mi impedisce di fare qualunque cosa, e di notte è un inferno.
Ricapitoliamo, sono sicura di poterla aiutare. Mi chiede qualcosa che l’aiuti a dormire.
Sì, ma no solo.
Perfetto. Perché lei non ha problemi di sonno, è che non riesce a dormire per il dolore alla spalla.
Sì, è così. Mi fa male anche di girono, ma di notte si scatena l’inferno.
Capisco perfettamente. È come se quando sta per addormentarsi qualcuno la scuotesse malamente e le impedisse di farlo.
Sì, è proprio così. È successo anche a lei?
Già, ma quindi anche se le dessi qualcosa per dormire non sarebbe di grande aiuto. Forse l’aiuta maggiormente qualcosa per mitigare il dolore alla spalla.
Ma certo!
Domande
  • Il farmacista utilizza una tecnica di comunicazione ben precisa. Quale?
  • A cosa serve questa tecnica?